2017 Una marmellata davvero troppo cara!

Cari soci e sostenitori,

abbiamo deciso di condividere con voi le difficoltà e l’amarezza che stiamo vivendo in questo periodo.

La nostra è una giovane Associazione di Genitori nata dalla volontà e dall’entusiasmo di chi crede fortemente nel valore del volontariato come strumento per migliorare la qualità di vita della propria comunità e volto a realizzare iniziative che diano risalto allo star bene insieme, condividendo idee e progetti in una atmosfera di serena collaborazione. Siamo altresì consapevoli che in una piccola comunità come la nostra le associazioni hanno un valore inestimabile in quanto sostengono e aiutano le agenzie locali a sviluppare sul territorio numerose attività che portano lustro al paese.

E’ difficile trovare le parole giuste per spiegare l’accaduto quando già a noi risulta di difficile comprensione,  ma riteniamo sia importante parlarne con voi.

Il settembre scorso si è svolta a Lallio la prima camminata non competitiva denominata “Funny A.Ge. Run”: la manifestazione si è svolta nei migliore dei modi, grazie all’impegno di tanti volontari e la nostra soddisfazione più grande sono stati proprio i complimenti dei partecipanti.

Arriviamo al punto: a novembre è arrivata all’A.Ge. Lallio una comunicazione da parte del Comune di “indagine amministrativa per controllo regolarità svolgimento manifestazione” a seguito della richiesta del sig.re Giacomo Lodovici, nostro concittadino nonché consigliere di minoranza, per presunte irregolarità alle normative. Immediatamente ci siamo rivolti agli uffici di competenza per capire l’accaduto  (soprattutto considerando che loro stessi avevano affiancato l’Associazione nella preparazione di tutti i documenti) e abbiamo cercato di capire se tutto si era svolto nella maniera corretta.

Nel ripercorrere gli avvenimenti di quella giornata (già cosa difficile essendo trascorso del tempo e inoltre non essendo personalmente presenti in ogni luogo e momento dello svolgimento dei fatti), nostro malgrado e con profondo rammarico, ci siamo resi conto di aver commesso in buona fede un errore (malgrado fossimo in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie):

abbiamo spalmato la marmellata sulle fette biscottate!!!

Per rispettare la normativa in materia di somministrazione di cibi e bevande, solo una persona era autorizzata a spalmare la marmellata: il preposto. Eravamo talmente indaffarate nel preparare tutto il necessario per la buona riuscita della camminata che non abbiamo “verificato” che la marmellata venisse spalmata sulle fette biscottate solo dal preposto, ma abbiamo agito come di consuetudine si fa in queste occasioni: ci siamo aiutati tra noi volontari, ma -ci teniamo a dirlo- sempre nel rispetto delle norme igienico-sanitarie.

Questa mancanza ci costa cara in quanto per questa leggerezza dobbiamo pagare una sanzione amministrativa pari ad € 1032,00.

Non vi neghiamo la nostra preoccupazione di fronte a questa sanzione in quanto, essendo una associazione senza scopo di lucro, non ci sarà facile recuperare tale ammontare, che peraltro avremmo preferito utilizzare per sviluppare nuovi progetti  invece che “sprecarla” così.

Più ripensiamo all’accaduto più ci chiediamo quale sia lo scopo che ha mosso il sig. Lodovici ad agire così, qual è il suo intento? Cosa vuole dimostrare? Non comprendiamo questo suo agire, forse perchè siamo abituati a frequentare gli ambienti del volontariato che sono ricchi di motivazione, energia e nei quali non si agisce con lo scopo di complicare o distruggere le iniziative, bensì con l’intento di collaborare con tutti per realizzare progetti e manifestazioni e in caso di difficoltà si uniscono le risorse per trovare una soluzione.  Non vi neghiamo che presi dallo sconforto ci siamo chiesti il senso del nostro “volontariato” se poi c’è chi non esita a “castigare” il minimo errore.. Non sarebbe forse più fruttuoso, invece, operarsi per aiutare e per sostenere chi si prodiga per realizzare attività di crescita e sviluppo del paese?

Vi confessiamo che da quel giorno, ogni volta che mettiamo in atto una qualche iniziativa, temiamo sempre di commettere qualche errore che potrebbe costarci caro.. anche se, allo stesso tempo, non vogliamo nemmeno permettere alla paura di impedirci di realizzare i progetti in cui crediamo.

Concludiamo dicendo che, malgrado questo agire a noi incomprensibile abbia creato malumore e scoraggiamento all’interno dell’Associazione, siamo ad oggi più convinti che mai del valore inestimabile del volontariato e che il buon senso dovrebbe prevalere sui cavilli normativi qualora non si rechi danno a nessuno.

Lallio, 31 marzo 2017

 

Il Direttivo Associazione Genitori Lallio

 

denuncia-lodovici

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>